• Notizie: dettaglio notizia

    • Icona Notizie 27/02/2018

      Avviso: disposizioni in caso di precipitazioni nevose

      COMUNE DI CAPPADOCIA
      Provincia dell’Aquila
      Largo V.Veneto 27 – Tel.: 0863 – 670117 - Fax: 0863 – 670232



      26 febbraio 2018
      Prot.675





      DISPOSIZIONI IN CASO DI PRECIPITAZIONI NEVOSE

      Il COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE
      Il RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

      TENUTO CONTO che:

      • in caso di precipitazioni nevose, la presenza di accumuli di neve sui tetti degli edifici civili ed industriali, sulle terrazze, sui balconi nonché su davanzali e poggioli delle finestre può costituire in caso di caduta accidentale o di scarico in condizioni non di sicurezza, pericolo per il transito di veicoli e persone nelle aree di pubblica circolazione sottostanti;

      • in caso di gelo, la formazione di ghiaccio lungo i marciapiedi e sottoportici può costituire grave pericolo per la circolazione di pedoni;


      RITENUTO opportuno, a tutela della pubblica incolumità, stabilire norme di comportamento da applicarsi in caso di precipitazioni a carattere nevoso;




      RENDONO NOTO



      che, a norma del del vigente Regolamento di Polizia Urbana.


      1. I conduttori, i proprietari residenti, gli amministratori di qualsiasi stabile, i titolari di attività commerciali, artigianali e di pubblici esercizi sono tenuti, anche solidalmente, allo sgombero della neve dai marciapiedi dai sottoportici lungo tutto il fronte prospiciente le relative attività e pertinenze. In mancanza di marciapiede l’obbligo si limiterà allo sgombero di un metro dal fronte degli edifici. Hanno altresì l’obbligo di coprire con materiale adatto antisdrucciolevole il ghiaccio che vi si formi, evitando di gettare e spandervi sopra acqua che possa congelarsi;

      2. I titolari di licenze di occupazione di suolo pubblico per la conduzione di chioschi, edicole e simili, come tutti concessionari – in qualsiasi forma – del suolo pubblico, hanno l’obbligo di tenere pulito dalla neve e dal ghiaccio il posto assegnato, nonché il tratto circostante per almeno un metro;

      3. Durante e dopo le nevicate, i proprietari di immobili devono provvedere, a tenere sgombero il marciapiede per almeno un metro davanti alla loro proprietà;

      4. La rimozione della neve dovrà essere eseguita non appena sia cessata la precipitazione nevosa tanto nei giorni feriali che nei giorni festivi; nel caso la nevicata cessasse durante la notte, lo sgombero dovrà avvenire nel mattino successivo;

      5. E’ fatto obbligo ai proprietari di edifici di assicurarsi in merito alla resistenza dei tetti. E’ fatto divieto di scaricare la neve dai tetti su suolo pubblico senza preventiva autorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale; nel caso l’accumulo di neve sui tetti, sulle terrazze, sui balconi nonché su davanzali e poggioli delle finestre, possa far temere un pericolo, l’Amministrazione comunale potrà autorizzare lo scarico su suolo pubblico, purché le operazioni siano eseguite senza creare disagi al pubblico transito, ovvero alle operazioni di spazzamento della strada sottostante;

      6. Accertato che con abbondanti nevicate è possibile che dai tetti delle abitazioni cadano pesanti blocchi di neve ed eventuali elementi delle coperture (tegole, coppi, canali di gronda) e preso atto che, a tutela della pubblica incolumità e del pubblico interesse è necessario informare la popolazione di questo rischio; pertanto i soggetti interessati (proprietari, gestori, conduttori e altri soggetti indicati al punto 1) sono obbligati ad adottare ogni opportuna cautela (tramite delimitazioni dei percorsi a rischio o l’esposizione di apposita segnaletica) in conseguenza del rischio di caduta neve ed elementi edilizi delle costruzioni di propria competenza;

      7. Dovrà essere assunta ogni cautela affinché la neve depositata sulle fronde degli alberi insistenti sulle proprietà private venga tempestivamente rimossa, onde evitare in ogni caso eventuali pericoli di caduta di rami sul suolo pubblico;

      8. La neve rimossa non dovrà invadere la carreggiata o comunque intralciare il traffico od ostruire gli scarichi ai pozzetti stradali;

      9. Nel caso gli accumuli di neve createsi a seguito delle operazioni di scarico siano di ostacolo alla circolazione pubblica, l’Amministrazione comunale potrà disporre il trasporto della stessa in punti di raccolta prestabiliti.

      I contravventori saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro (art. 7-bis del D.L.gs. n.
      267/2000), salvo ogni altra azione intrapresa dal Comune.


      Il COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE                                
      TEN. PAOLO RONCI          

       

      Il RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

      GEOM.MARIO FERRAZZA

                                                            



Sei il visitatore N.: 1092297
Powered by ICT Global Service srl